Il Diario degli Ominidi 2020 - Capitolo 1 Giorno 1 Abbiamo letto



IL DIARIO DEGLI OMINIDI 2020 - PRIMO GIORNO
Capitolo 1 - Abbiamo letto

Nello svolgimento del progetto abbiamo proposto ai ragazzi  di leggere tutte le mattine all'inizio delle attività e di scegliere come autore prevalentemente, ma non solo, Gianni Rodari per partecipare anche noi ominidi alla celebrazione dei cento anni dalla nascita di questo autore. Ogni Ominide potrà proporre proprie letture.

Il gruppo Viola [Marzio]

Mi è sembrato di capire che Rodari era conosciuto. Noi abbiamo letto il “Giovane Gambero” dal volume “Favole al telefono” e anche “A un bambino pittore” dal volume “Il libro degli errori”. Non ne abbiamo discusso molto, era già tardi e dovevamo andare da Silvia al palazzo podestarile, secondo me gli sono piaciute entrambe le letture. Che dite ? Commentate nel Blog.

Il gruppo Giallo [Laura]

Leggiamo ai giardini dopo aver condiviso il piano della giornata, i bambini chiedono di leggere mentre fanno merenda perché hanno fame. Presento velocemente Rodari, alcuni lo conoscevano. Siccome andremo in “giro” in esplorazione in paese, leggiamo una storia dal titolo “ Il giro della Città”  da  “Tante storie per giocare”. Dopo aver letto l’avventura di Paolo, uno tosto davvero, decidiamo di riprendere  la storia la prossima volta perché ci dobbiamo ragionare: c’è da scegliere il finale, ce ne sono tre che vanno letti, valutati e poi ognuno sceglierà quello che gli piace di più!

Il gruppo Rosso [Ilaria]

La nostra prima giornata di Ominidi 2020 è iniziata così: il nostro bruco-corda sistemato a formare un cerchio, il gruppo seduto in terra, all'ombra, ai giardini a fare merenda.  Stare seduti in terra...ad Ominidi si fa sempre! Ho tirato fuori dallo zaino il “Libro dei perché” di Gianni Rodari, ne è uscito un piccolo racconto che abbiamo letto ad alta voce; il titolo molto curioso è sembrato fatto apposta per la situazione Perchè in certi paesi non si adoperano le sedie? [audio19]”. Gabriele, Pietro, Sofia, Emma e Michele si sono messi a ridere. Il racconto sembrava solo buffo, ma ad un certo punto ecco una storia nella storia “Una volta le quattro gambe di una poltrona decisero di separarsi. Erano ambiziose e non andavano d'accordo. La prima arrivò fino al fuoco e si bruciò. La seconda fino all'acqua e ci cascò. La terza fu tagliata a pezzi per farne stecchini. La quarta scappò in cantina a nascondersi e diceva “Pensate che quando stavamo insieme eravamo una bella sedia !”. Gabriele e Pietro hanno subito detto: “Ma questo racconto parla dell'importanza dell'amicizia e di stare bene insieme!” Tutti abbiamo detto che sì, in effetti, avevano proprio ragione: è importante essere amici e collaborare ancora di più in questa estate un po' strana dove dobbiamo stare distanti e con le mascherine! Sofia ha detto “E' bello leggere all'aria aperta: domani porterò il mio Libro delle Emozioni”. Pietro e Gabriele ci porteranno il Diario di una schiappa. Emma e Michele ci hanno lasciato nel mistero: chissà con quale libro arriveranno!

Commenti

  1. Mi sono dimenticato di scrivere che il gruppo Viola ha anche letto "Uno e Sette" sempre di Gianni Rodari da Fabie al telefono, la potete ascoltare qui https://youtu.be/djV_JfDWuK0 [Marzio]

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Ominidi 2020 - Il Diario

Il Diario di Ominidi 2020 – Capitolo 5 – Giorno 7 – Abbiamo fatto

Il Diario di Ominidi 2020 – Capitolo 2 – Giorno 7 – Abbiamo Incontrato